Comunicazione e Buona Amministrazione

“Collaborare e coinvolgere” è uno dei nostri punti cardine, perché desideriamo davvero che il Comune sia vicino alle persone e che queste partecipino all’attività amministrativa. Crediamo che migliorare la comunicazione e mirare all’efficienza e all’accessibilità degli uffici siano delle priorità nell’ambito dell’amministrazione del paese. Il nostro obiettivo primario, quindi, è portare il Comune nelle case dei cittadini, rendere più facile per gli abitanti reperire informazioni utili e contattare gli uffici comunali per qualsiasi evenienza. Perciò, al fine di migliorare l’esperienza del cittadino e il suo rapporto con i servizi comunali e amministrativi ci impegniamo a:

  • Creare la APP comunale, con la possibilità per i cittadini di fare segnalazioni dirette agli uffici competenti e di trovare informazioni sulle attività e gli eventi programmati.
  • Ristrutturare il sito web comunale, rendendolo più fruibile e adatto ai dispositivi mobili.
  • Semplificare le richieste di informazioni presso gli uffici comunali in merito ai servizi offerti (dote scuola, dote sport, servizio civile).
  • Realizzare un Archivio Digitale per storicizzare tutte le iniziative e le attività che contribuiscono allo sviluppo socio-culturale del paese (attività in Biblioteca, a scuola, di volontariato) e i lavori pubblici portati a termine sul territorio.
  • Dedicare serate alla spiegazione e all’approfondimento di temi di attualità in ambito normativo, come Quota 100 e detrazioni fiscali.
  • Continuare a comunicare, attraverso la pagina Facebook del Comune, i lavori svolti e le attività in programma.

UFFICI COMUNALI

Istituire l’Ufficio Cultura, preposto allo sviluppo e al coordinamento delle iniziative culturali e formative. Migliorare la sezione del sito web dedicata alla modulistica e alle procedure previste dai regolamenti comunali per permettere al cittadino di recuperare velocemente le informazioni di cui ha bisogno.

IMPOSTE E TRIBUTI LOCALI

Compito di una Buona Amministrazione è tener conto, nell’ambito delle imposte locali, della dignità dei cittadini, oltre che dell’equilibrio di bilancio, come richiesto dalla legge.
In questi cinque anni, tramite le imposte locali, abbiamo finanziato tutti i servizi comunali, siano essi a domanda individuale, come il contenimento delle spese per la mensa o il trasporto scolastico, che collettiva.

Il lavoro svolto in particolare sull’IMU, con l’invio dei modelli F24 nelle nostre abitazioni, ha permesso di stabilizzare l’entrata e gestire internamente al Comune le richieste dei cittadini. L’attuale equilibrio di bilancio, stanti le entrate dal Governo, potrebbe consentire una riduzione delle imposte locali, cominciando dall’addizionale Irpef, e di mettere nel programma per i prossimi 5 anni di amministrazione:

  • Rimodulare l’addizionale Comunale Irpef in funzione delle fasce di reddito.
  • Aumentare la contribuzione dal bilancio Comunale per i servizi a domanda individuale in particolare per i servizi scolastici.
  • Redigere il Bilancio Sociale come strumento di condivisione, che metta a fuoco le risorse impiegate, i risultati conseguiti e la strategia alla base delle scelte effettuate. Un bilancio che, in modo leggibile e sintetico, spieghi ai cittadini come sono stati spesi i soldi delle loro tasse, nei diversi settori dell’azione amministrativa.